Accompagnare la sposa è sempre un grande onore, ed è uno dei momenti più emozionanti. Quando il papà viene a mancare, sono proprio la madre della sposa, i fratelli, le sorelle,le amiche o amici dello sposo o sposa, che possono accompagnarla a braccetto, tenendola dal lato sinistro.

La cosa importante è che l’accompagnatore sia scelto dalla sposa e che possa lei stessa sentirsi a suo agio e amata in quel momento.

Perché è un momento importante l’entrata della sposa?

L’entrata della sposa è un momento speciale, poiché da qui inizia la vera e propria cerimonia. E’ il momento in cui tutti gli invitati puntano lo sguardo sull’abito, sugli accessori, sull’acconciatura e si emozionano con lei. L’importanza dell’accompagnatore infatti risiede proprio nel supporto che darà alla sposa nel momento in cui sarà al centro dell’attenzione.

La mamma può accompagnare la sposa?

La mamma è la figura di riferimento più importante per la sposa, nel momento in cui il papà non c’è più,è il faro che l’accompagna dalla nascita e la guiderà per sempre. In altri casi sceglie di avere vicino un fratello, uno zio, raramente si farà accompagnare da un’altra donna almeno che non sia sua sorella.

La suocera può accompagnare la sposa?

Solo in alcuni casi, nel momento in cui esiste un rapporto di grande fiducia tra i due, sarà la suocera ad accompagnare la sposa all’altare.

La sposa può decidere di entrare da sola

Se la sposa, non desidera far ricoprire a nessuno il posto del padre che ormai non c’è più, può entrare da sola. Avendo dietro la mamma, sorelle, amiche più intime.

Tutti i matrimoni sono emozionanti e rendono le spose uniche e meravigliose.